Polemiche post derby, interrogazione Pd per coreografia curva Inter

Interrogazione pd curva inter

Il derby di Milano ha da sempre regalato un grande spettacolo sugli spalti ma ciò che è successo nella curva interista ieri sera ha lasciato sgomento tra i tifosi e appassionati di calcio.

Il Viminale ha autorizzato, come da prassi, l’ingresso nella curva Nord della coreografia interista. Uno striscione in ricordo dell’ultrà di estrema destra Davide Belardinelli, morto durante l’agguato che interisti e varesotti hanno pianificato contro i tifosi del Napoli il 26 dicembre. La coreografia è stata così preparata e poi fatta entrare sugli spalti per poi essere esposta durante l’ingresso delle squadre in campo.

Ciò che ha molti non è sfuggito e ha lasciato perplessi è il simbolo del gruppo ultras del Varese ben visibile in centro alla curva, ovvero la bandiera di ‘Blood&Honour 1998. Gruppo finito sotto indagine per innumerevoli comportamenti razzisti, azioni violente e organizzate nonchè apologia di fascismo.

Proprio sulla coreografia in ricordo dell’ultrà morto c’è stato un vero tira e molla dagli uffici del ministero dell’Interno e la curva nerazzurra. Alla fine è stato dato il via libera ma forse c’era da approfondire meglio, conosciamo bene le norme rigidissime che vigilano ora sul comportamento negli stadi, nonché l’accesso di striscioni e bandiere, come è possibile che sia stata presa una decisione di tale leggerezza?

Tutto questo succedeva alla sera, mentre a Ferrara veniva bloccato uno striscione, della curva Sud della Roma, con un messaggio su Federico Aldrovandi.

Se lo è chiesto anche il Partito Democratico che per mano dell’onorevole Emanuele Fiano presenterà un’interrogazione urgente al ministro dell’Interno, proprio colui che di fatto ha appoggiato l’iniziativa.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂