Milan, il nuovo modulo non sarà il 4-3-3: Giampaolo studia l’albero di Natale

L'allenatore del Milan, Marco Giampaolo

L’esordio con sconfitta del Milan in campionato contro l’Udinese ha mostrato diverse lacune per i rossoneri. Tra queste, c’è sicuramente quella del modulo scelto da Giampaolo, con il 4-3-1-2 che ha indotto il tecnico milanista a collocare diversi calciatori fuori ruolo.

Al termine del match contro i friulani, lo stesso Giampaolo ha saputo ammettere i propri errori e ha affermato che, viste le caratteristiche dei giocatori a disposizione, sarebbe meglio accantonare il modulo con l’unico trequartista, almeno per il momento.

Per la prossima sfida di campionato contro il Brescia, l’allenatore abruzzese non starebbe però pensando ad un ritorno al 4-3-3 di gattusiana memoria, bensì al 4-3-2-1, conosciuto anche come modulo ad albero di Natale, di ancelottiana memoria. Se Giampaolo decidesse di affidarsi al 4-3-2-1, i due giocatori dietro a Piatek, apparso spaesato con il sistema di gioco a due punte, potrebbero essere Suso e Leao.

Loading...

Nonostante la prestazione negativa da unico trequartista, Giampaolo sembra intenzionato a concedere a Suso un’altra chance. Lo stesso non si può dire per l’altro esterno spagnolo, Samu Castillejo, autore di una prestazione impalpabile contro l’Udinese e troppo spesso poco coinvolto nella manovra. Al posto dello spagnolo potrebbe giocare Rafael Leao, che ha fatto intravedere discrete cose nello spezzone di partita alla ‘Dacia Arena’.

Altra novità dovrebbe esserci in cabina di regia, con Calhanoglu che verrebbe sostituito da Bennacer. Il turco di Germania è pronto a riprendersi il suo posto come mezzala, mentre l’ex centrocampista dell’Empoli potrebbe esordire da titolare con la maglia del Milan.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂