Lazio-Milan, Orsato e quel labiale ‘incriminato’: cosa ha detto il fischietto di Schio al Var

Daniele Orsato è stato il principale protagonista, in negativo, del match perso dal Milan contro la Lazio

Il match perso dal Milan contro la Lazio è stato pesantemente condizionato dall’episodio del secondo gol biancoceleste. Nell’occasione, infatti, l’arbitro Daniele Orsato ha ritenuto di far proseguire il gioco nonostante un evidentissimo fallo di Lucas Leiva su Calhanoglu ad inizio azione. Neppure dopo essere stato richiamato al Var da Mazzoleni, il fischietto di Schio è tornato sulla sua decisione. Al contrario, l’atteggiamento di Orsato nei confronti del suo collega è stato perlomeno strano, come testimoniato dal labiale che non è sfuggito agli attenti moviolisti.

Orsato a Mazzoleni: “Ma cosa mi hai segnalato?”

Ma cosa ha detto Orsato a Mazzoleni mentre era in corso l’on-field review dell’episodio che ha portato al secondo gol della Lazio? L’esperto direttore di gara, dopo aver rivisto la situazione di gioco, si è rivolto tramite l’auricolare all’arbitro addetto al Var, mostrandosi a dir poco infastidito per la segnalazione.

In particolare, stando al labiale intercettato dall’ex arbitro Luca Marelli, Orsato ha pronunciato la frase “ma che roba mi hai segnalato?”, non mostrando di fatto alcun segno di pentimento per l’evidente errore appena compiuto. Un atteggiamento che poco si confà ad un fischietto che ha diretto – tra le altre cose – la passata finale di Champions League. Una decisione che, unanimemente, è sembrata essere prevenuta.

In realtà, la segnalazione di Mazzoleni è stata perfetta e perentoria, da manuale. Si è trattato di un chiaro errore di valutazione da parte di Orsato, il quale è stato giustamente richiamato al Var. Ora ci piacerebbe conoscere i motivi che hanno spinto il fischietto di Schio ad assumere una simile decisione che ha certamente penalizzato il Milan.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂