Fiorentina-Milan, Pioli: “Le nostre responsabilità ci sono tutte, ma il rigore non c’era”

Intervenuto ai microfoni di Dazn nel post-partita di Fiorentina-Milan, Stefano Pioli ha analizzato il pareggio della sua squadra e ha parlato dell’episodio arbitrale chiave, ovvero il presunto fallo da rigore concesso dall’arbitro Calvarese all’85’, che ha consentito ai viola di pareggiare definitivamente l’incontro. Di seguito le parole dell’allenatore emiliano.

Pioli: “Rigore? Davo per scontato che il Var aiutasse l’arbitro”

Sul match: “Le nostre responsabilità ci sono tutte, eravamo padroni del campo, non dovevamo essere superficiali. La partita non era finita, bisognava continuare a giocare con l’equilibrio e la compattezza, ci sono responsabilità ed è un peccato. La squadra stava bene in campo e meritava di vincere”.

Sul rigore: “Il rigore non c’era, Romagnoli ha toccato la palla, non capisco come non si possa utilizzare la tecnologia in una situazione del genere. Dalla panchina si vede che Romagnoli tocca la palla, davo per scontato che il VAR aiutasse l’arbitro a cambiare la situazione. Ci può stare che l’arbitro sbaglio, non che il VAR non corregga. Da qualche partita stanno succedendo episodi un po’ strani. Ci sono i nostri errori ma su questo non possiamo fare niente”.

“Eccesso di sicurezza del Milan”

Sulla cattiva gestione del Milan in superiorità numerica: “Abbiamo preso diversi contropiede in superiorità numerica e non si possono prendere. Gli equilibri vanno sempre rispettati, la squadra si è sentita troppo sicura di sé e ha commesso degli errori”.

Sul suo ritorno a Firenze, sia pure da avversario: “Mi ha sempre regalato grandissime emozioni, sia da giocatore che da allenatore, quando arrivo qua sono preparato, abbiamo passato una situazione veramente particolare, sono molto legato a questo ambiente. Mi ha fatto molto piacere ricevere un’accoglienza così calorosa”.

Sul futuro: “Sono sempre sereno, metto tutta la serietà nel lavoro, io non sto pensando al futuro e anche i giocatori non lo stanno facendo. Non è la mia priorità pensare all’anno prossimo, c’è ancora tanto da fare, dobbiamo subito rifarci in vista della prossima partita”.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂