Retroscena Milan: incontro tra Rangnick e Elliott il 23 dicembre, accordo raggiunto e penale prevista

All'indomani della disfatta di Bergamo, secondo la Gazzetta dello Sport sarebbe stato firmato un contratto preliminare tra Elliott e Rangnick

Ralf Rangnick

La Gazzetta dello Sport in edicola quest’oggi riporta un interessante retroscena riguardante il Milan e Ralf Rangnick. Com’è noto, il manager tedesco è nel mirino della proprietà rossonera e di Ivan Gazidis per la prossima stagione. Addirittura, sarebbe stato raggiunto già un accordo di massima, che prevederebbe una penale da pagare – da parte del club meneghino – nel caso in cui non venisse rispettato.

Milan-Rangnick: contratto preliminare firmato lo scorso 23 dicembre?

Nel dettaglio, i vertici del fondo Elliott avrebbero incontrato Rangnick lo scorso 23 dicembre, all’indomani della disfatta di Bergamo dove il Milan è stato sconfitto dall’Atalanta con un perentorio 5 a 0.

Secondo quanto riporta la Rosea, le parti avrebbero già raggiunto un accordo per la prossima stagione. Nel negoziato tra le parti, che potrebbe essere – di fatto – definito come un contratto preliminare, sarebbero previste diverse clausole, tra cui anche una penale.

In caso di cambio di strategia del Milan, infatti, la proprietà sarebbe costretta – sempre secondo la Gazzetta – a pagare una somma di denaro a Rangnick a titolo di risarcimento. Non è riportato, nell’articolo della Rosea, a quanto ammonterebbe questa somma.

Rangnick al Milan: Boban aveva ragione

Prendendo per buona questa indiscrezione, non si può non ripensare alle parole di Boban di qualche giorno fa. All’indomani del suo licenziamento “per giusta causa”, infatti, il croato aveva ammesso ai microfoni de Il Giornale che già a dicembre la proprietà del Milan aveva chiuso con Rangnick.

Ad ogni modo, la Rosea scrive che le chance di Stefano Pioli di rimanere sulla panchina rossonera non si sarebbero del tutto azzerate, per quanto sia molto difficile pensare che il tecnico emiliano possa restare.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂