Ancelotti-Milan: pro e contro di un eventuale ritorno di Carletto sulla panchina rossonera

Carletto Ancelotti quando era allenatore del Bayern Monaco

Negli ultimi giorni si vocifera a gran voce di un possibile ritorno di Carlo Ancelotti sulla panchina del Milan. Secondo quanto riportato da Tuttosport nella giornata di ieri, il tecnico di Reggiolo – indimenticato nel cuore dei tifosi rossoneri – potrebbe fare ritorno alla base nel 2020, a distanza di 12 anni dal suo addio, nel caso in cui Paolo Maldini dovesse restare nel suo ruolo di direttore tecnico dell’area sportiva.

Milan, possibile ritorno di fiamma per Ancelotti: i pro dell’operazione

È lo stesso Tuttosport, nella sua edizione odierna, ad occuparsi del possibile impatto che avrebbe un ritorno di Ancelotti al Milan. Il quotidiano torinese ha analizzato pro e contro dell’operazione. Secondo Tuttosport, gli aspetti positivi di rivedere Carletto sulla panchina rossonera sarebbero i seguenti:

  • i tifosi avrebbero la garanzia della volontà da parte di Elliott di riportare il Milan in alto;
  • sarebbe più semplice attirare i campioni: Carletto è un’icona a livello mondiale per quanto ha vinto e potrebbe fare da calamita nei confronti di diversi top player;
  • si colmerebbe quella falla che si è aperta la scorsa estate con l’addio di Gattuso: Ringhio era il depositario del DNA rossonero nello spogliatoio, una guida per i giocatori, ma anche per tutti i dipendenti del centro sportivo;
  • Ancelotti sarebbe stimolato dall’opportunità di diventare il tecnico con più partite in panchina nella storia rossonera: lui è secondo a 420, Nereo Rocco è a 459.

Milan-Ancelotti: i contro

Questi, invece, i contro di un ritorno di Ancelotti al Milan secondo Tuttosport:

Loading...
  • difficilmente Ancelotti potrebbe avere una squadra per competere fin da subito per vincere;
  • raramente il tecnico di Reggiolo ha costruito i suoi successi lavorando con i giovani;
  • al Milan le cosiddette “minestre riscaldate” non hanno mai avuto molta fortuna, come hanno dimostrato i ritorni di Sacchi (11° nel ‘96-97) e Capello (10° nel ‘97-98);
  • Ancelotti ha sempre dichiarato di voler allenare una nazionale in vista di un mondiale e quello del 2022 in Qatar potrebbe rappresentare la giusta occasione per lui.
Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂