Piatek risponde alle critiche dei tifosi del Milan: ‘Mettetevi nei miei panni’

Piatek non ha iniziato la stagione come tifosi e società speravano, meno prolifico e isolato dal gioco. Il polacco potrebbe finire sul mercato di gennaio se nelle prossime le partite la dirigenza non vedrà un repentino cambiamento. Se a inizio stagione si poteva dare la colpa alla gestione Giampaolo, anche il nuovo tecnico Pioli non sembra aver dato una scossa all’attaccante.

Raggiunto dal network TVP Sport l’ex Genoa, ha così commentato il periodo infelice: “Il trasferimento al Milan è successo così in fretta che non mi sono nemmeno chiesto quanto fosse importante quello che mi stava succedendo. Ero concentrato sul lavoro. Nel calcio devi sempre stabilire nuovi obiettivi. Ora ho un costo di 38 milioni di euro e voglio fare di tutto per valerne 60-70 la prossima volta che cambierò club. Bisogna essere ambiziosi e mi impegnerò per questo. Sono solo all’inizio della mia carriera, questa è la mia seconda stagione nella Serie A, uno dei primi cinque campionati europei”.

Piatek e il momento negativo

“Mi guardo allo specchio, mi guardo dentro e cerco di capire i miei errori. All’inizio, come squadra, non abbiamo creato opportunità e l’attaccante vive di questo. Ora stiamo migliorando ed è solo una questione di tempo prima che io torni a sparare di nuovo, posso farcela. Per i giornalisti italiani un giorno sei il papa del calcio e un altro il peggior giocatore. Ma lo accetto lo stesso. Però nessuna di queste persone si è messa nei miei panni, ma comunque le copertine dei giornali non mi toccano”.

Loading...

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂