Milan, problemi cardiaci per Strinic: sospensione dell’attività agonistica per il terzino

Ivan Strinic

Fulmine a ciel sereno in casa Milan. Ivan Strinic costretto a sospendere l’attività agonistica a causa di un problema cardiaco. È ciò che è emerso durante gli accertamenti di routine semestrali, nei quali al terzino della nazionale croata è stata riscontrata una iniziale ipertrofia del muscolo cardiaco.

Problema cardiaco Strinic: possibili tempi di recupero

La notizia è stata diffusa nel pomeriggio di ieri, attraverso un comunicato stampa apparso sul sito ufficiale del club. In attesa di ulteriori esami che facciano maggiore luce sul problema, dunque, a Strinic è stato imposto uno stop totale dell’attività agonistica.

Da sempre il Milan è attento alla salute cardiaca dei propri calciatori. Il problema, comunque, non sembra essere troppo grave, anche se costringerà l’ex terzino di Sampdoria e Napoli a restare fuori per diverso tempo.

Ad oggi è impossibile sbilanciarsi sui tempi di recupero esatti. Tra periodo di inattività, ulteriori accertamenti ed eventuale nuova preparazione atletica, il calciatore classe 1987 starà fuori almeno un mese e mezzo.

Cos’è l’ipertrofia cardiaca?

L’ipertrofia cardiaca consiste in un aumento anomalo delle dimensioni del cuore caratterizzata dall’ingrossamento delle pareti muscolari che costituiscono il ventricolo sinistro.  Tra le principali cause scatenanti vi è anche l’allenamento sportivo ad alto livello.

Inizialmente, l’ipertrofia ventricolare sinistra è asintomatica; poi, col trascorrere del tempo, potrebbe dare dispnea, dolore al torace, svenimento. L’esame diagnostico d’elezione è l’ecocardiogramma. La terapia dipende dalle cause; se è adeguata, è possibile osservare una riduzione del miocardio ipertrofico.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂