Milan, non solo Giampaolo: anche Boban e Maldini a rischio, la posizione di Elliott

Zvone Boban e Marco Giampaolo sorridenti a Milanello

Clima rovente in casa Milan, con la proprietà rossonera che, dopo l’avvio di stagione disastroso, potrebbe mettere tutti in discussione. Tutti, nessuno escluso. Non solo Marco Giampaolo e i giocatori, ma anche la dirigenza, a partire da Paolo Maldini e Zvone Boban, che in estate erano stati individuati come gli uomini giusti da cui ripartire.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la presenza di Gordon Singer a Milano non è stata affatto casuale. Il figlio di Paul, presidente e fondatore del Fondo Elliott, si sarebbe confrontato con i dirigenti rossoneri dopo la débâcle casalinga contro la Fiorentina.

Al momento, dunque, nessuno all’interno della società meneghina appare intoccabile. Pur non avendo colpevolizzato nessuno in via definitiva, la proprietà rossonera vuole evitare un’altra stagione fallimentare (l’ennesima) dopo avere investito tanto in sede di calciomercato.

Loading...

Il prossimo match di campionato contro il Genoa potrebbe essere già decisivo per i primi scossoni societari. In caso di non vittoria, infatti, a pagare il prezzo più caro sarebbe mister Giampaolo, difeso anche domenica scorsa da Paolo Maldini, le cui dimissioni potrebbero non essere così lontane.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂