Milan, l’addio di Boban potrebbe impattare sul futuro di Ibrahimovic

La stretta di mano tra Ibrahimovic e Boban

C’è aria di rivoluzione in casa Milan. Per l’ennesimo anno, il club rossonero rischia seriamente di cambiare dirigenti in estate. Lo strappo di Boban, che in un’intervista ha ammesso la mancanza di unità in società, potrebbe portare all’addio del dirigente croato. Se ciò dovesse verificarsi, potrebbero esserci ripercussioni negative anche sul futuro di Ibrahimovic al Milan.

Boban-Milan, in caso di addio potrebbe salutare anche Ibra

In questo momento nulla è certo, ma lo scenario più probabile è l’addio di Boban a fine stagione. Difficilmente il croato ricucirà con la proprietà dopo la dura intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport.

A meno di rassicurazioni e garanzie da parte del fondo Elliott nei confronti di Boban, il futuro dell’attuale CFO rossonero appare segnato. E col suo addio potrebbe decidere di salutare anche Zlatan Ibrahimovic. Tra i due c’è grandissima stima, oltre ad una buona amicizia, e probabilmente l’attaccante svedese non sarebbe tornato a calcare i campi di Milanello se non fosse stato per Boban. Quest’ultimo ha molto insistito affinché Ibra potesse tornare al Milan e finora i fatti gli danno ragione. Da quando è arrivato il Colosso di Malmoe, infatti, la squadra di Pioli ha decisamente cambiato marcia.

Il contratto di Zlatan scadrà a giugno ed è previsto rinnovo automatico solo nel caso in cui il Milan raggiunga il quarto posto. Un’ipotesi che al momento appare lontanissima, visto il grave ritardo in classifica dei rossoneri. Per questo motivo e vista la stima che intercorre tra l’attaccante svedese e il dirigente croato, anche il rapporto tra Ibra e il Milan potrebbe concludersi dopo soli sei mesi dal suo ritorno. E questo scenario, siamo certi, non sarebbe affatto gradito ai tifosi rossoneri…

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂