Milan, Gazidis abbasserà il monte ingaggi: stipendio massimo da 2 milioni di euro

Il clima che si respira in questi giorni in casa Milan è a dir poco rovente. La pubblica sfuriata a distanza tra Boban e Gazidis, che porterà all’addio del dirigente croato, ha messo un certo malumore all’interno della società e tra i tifosi. Come se non bastasse, a complicare i piani di una pronta rinascita rossonera ci sarebbe la linea scelta da Gazidis per la prossima stagione. L’amministratore delegato rossonero sarebbe infatti intenzionato a tagliare – in maniera netta – il monte ingaggi.

Gazidis vuole adottare il “modello Hernandez”

Secondo La Gazzetta dello Sport, infatti, l’intenzione del dirigente plenipotenziario sarebbe quella di contenere i costi al minimo e di abbassare l’ingaggio per singolo giocatore a 2 milioni di euro.

Ciò porterebbe a conseguenze devastanti per il Milan, dal momento che verrebbero fatti fuori tutti i giocatori più rappresentativi che hanno un ingaggio ben superiore ai 2 milioni. Tra questi, menzioniamo Ibrahimovic, Donnarumma, Romagnoli e Rebic.

L’idea di Gazidis sarebbe quella di applicare il “modello Hernandez”. In estate il terzino è arrivato da Madrid “accontentandosi” di un ingaggio da 1,5 milioni, cifra inferiore di 500 mila euro rispetto a quella percepita al Real. Insomma, la proprietà rossonera dà sempre più l’impressione di voler fare del Milan esclusivamente un business per poter recuperare, con interessi da capogiro, quanto prestato all’epoca a Yonghong Li.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂