Milan, effetto domino dopo l’addio di Boban: via anche Maldini, Massara, Pioli, Ibra e Rebic

La proprietà del Milan ammaina le sue bandiere. L’amministratore delegato del club rossonero Ivan Gazidis ha deciso di licenziare Boban dopo la dura intervista rilasciata da quest’ultimo alla Gazzetta dello Sport. Ciò porterà, con ogni probabilità, alle dimissioni di Paolo Maldini, il responsabile dell’area tecnica che aveva fortemente voluto il croato e che, più di ogni altro, si è visto scavalcato dalla scelta di Gazidis di contattare Ralf Rangnick, che a questo punto sarà, presumibilmente, il prossimo allenatore dei rossoneri.

Rivoluzione Milan: con Boban via anche Maldini, Rebic e Ibra

In questa guerra interna al Milan, a vincere è la fazione facente capo al fondo Elliott, che immette nuovi capitali nella società. Per questo, l’addio di Boban dovrebbe provocare un vero e proprio effetto domino in casa Milan, con Maldini e il ds Massara che quasi certamente lasceranno i loro incarichi. Se adesso o a fine stagione, questo resta ancora da capire; le prossime ore saranno decisive per svelare l’arcano.

Ma le cattive notizie per i tifosi rossoneri potrebbero non essere finite qui. Perché l’addio dei tre dirigenti dovrebbe portare al conseguente addio di Ibrahimovic e Rebic, i due calciatori più rappresentativi del Milan di Pioli. Se per Rebic le possibilità di restare in rossonero dopo il divorzio tra Boban e la società sono ridotte al lumicino (il maggiore sponsor di Rebic al Milan è stato proprio il dirigente croato), per l’attaccante svedese la situazione resta incerta.

La stretta di mano tra Ibrahimovic e Boban

Come è noto, il contratto di Ibra col Milan scadrà a giugno e ci sarà il rinnovo automatico solo in caso di Champions. Un’ipotesi, quest’ultima, neppure da prendere in considerazione, visto il distacco di 12 punti del Milan dal quarto posto. Ciò dovrebbe portare le parti a trovare un accordo alternativo, ma questa volta col plenipotenziario Gazidis che dovrebbe sedersi al tavolo con Mino Raiola, che non nutre delle particolari simpatie per l’ad del Milan (come ha fatto notare in diverse uscite pubbliche). Ad ogni modo, per conoscere il futuro di Ibra occorrerà aspettare almeno il mese di maggio, a meno di ulteriori risvolti.

Milan-Pioli, sarà addio

Con l’addio di Boban, Maldini e Massara dovrebbe scendere dalla nave anche Stefano Pioli, che quasi certamente sarà sostituito da Ralf Rangnick nella prossima stagione. Il tedesco, fortemente voluto da Gazidis, dovrebbe assumere il controllo di tutta l’area sportiva, avvalendosi di un proprio staff.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂