Maldini: “Castillejo potrebbe essere la sorpresa di questo Milan”

Paolo Maldini

Al termine della conferenza stampa di presentazione di Bakayoko, Castillejo e Laxalt hanno preso la parola Paolo Maldini e Leonardo. I due dirigenti del Milan hanno fatto il punto della situazione, a poche ore dalla chiusura della sessione estiva di calciomercato. Di seguito, i passaggi più importanti della storica bandiera del Milan, in risposta ai giornalisti presenti in sala stampa.

Le parole di Maldini

Sulla campagna acquisti: “Credo sia importante farli sentire a casa e cercare di rendere il loro inserimento più naturale possibile. Il nostro allenatore vuole gente di qualità. Oggi ho visto l’allenamento e devo dire che anche i nuovi parlano la stessa lingua di quelli che ci sono qua. Credo ci siano le premesse per fare una grande stagione”.

Sulla cosa che lo ha reso più felice in questi primi giorni dopo il suo ritorno al Milan: “Anche per me ci son tante cose nuove. La parte di ufficio è nuova per me, a differenza di quella di campo. E’ stato molto bello andare a Madrid e incontrare il presidente Perez e vedo che c’è grande rispetto per me e per il Milan. Un grande club come il Real si augura che il Milan torni ad essere grande”.

Sull’obiettivo per la nuova stagione: “L’obiettivo è quello di migliorare la condizione dell’anno scorso. C’è grande differenza se lo miglioreremo di uno o due posti. Credo che noi abbiamo la possibilità di farlo. Anche sentendo le sensazioni di campo, c’è una coesione particolare tra di noi e tra Rino e la squadra”.

Sulla partita tra Napoli-Milan e sulla sfida contro Ancelotti: “Sarà molto particolare vederlo sulla panchina del Napoli. Rivederlo in Italia su un’altra panchina fa impressione, ma è la carriera degli allenatori che ti porta a fare così”.

Su chi lo incuriosisce: “Castillejo, credo che per le sue caratteristiche potrà essere una gran sorpresa”.

Sulla percezione del Milan da parte dei nuovi acquisti: “La sensazione è che loro sentano il peso, ma al tempo stesso abbiano il piacere di indossare la maglia di uno dei club più vincenti di sempre. Sta a noi ricreare il tipo di ambiente per tornare a vincere. Noi siamo qua per questo e i ragazzi l’hanno capito”.

Sul figlio Daniel Maldini, che gioca attualmente nella Primavera rossonera: “Siamo d’accordo che Daniel lo segue Leo e tutto il resto lo segue io per evitare conflitti di interesse (ride, ndr). C’è stato un cambio precedente del responsabile del settore giovanile quindi la situazione è fatta. Naturalmente investiremo nel vivaio soldi e tempo, ha sempre dato soddisfazione al Milan”.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂