Gazidis al Milan, affare più complicato del previsto: due i problemi per il suo ingaggiogaz

Ivan Gazidis, possibile nuovo amministratore delegato del Milan

Si complica l’affare per portare Ivan Gazidis al Milan. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il piano dei rossoneri di ingaggiare l’attuale direttore esecutivo dell’Arsenal come nuovo amministratore delegato sta incontrando non poche difficoltà. Prima tra tutte, la volontà dei Gunners di non mollare il loro dirigente di punta.

Gazidis difficile, ma al Milan voglion aspettare ancora

Le problematiche per l’eventuale ingaggio di Gazidis al Milan sono essenzialmente due. La prima riguarda l’Arsenal. Il club londinese impone a Gazidis un periodo di gardening leave, ovvero di sosta forzata prima di passare a un altro club.

L’altro problema attiene allo stesso Gazidis, il quale avrebbe chiesto alla proprietà rossonera di inserire nel suo contratto altre clausole parecchio onerose, oltre ai 4 milioni di ingaggio già previsti.

Una situazione non facile, dunque, per la nuova proprietà del Milan, che aveva fissato la dead line per l’ingaggio di Gazidis ai primi di settembre. Tempistica che – evidentemente – non è stata rispettata e che, anzi, sarebbe stata posticipata fino a fine mese.

Se salta Gazidis, già pronto il ‘piano B’?

Ad ogni modo, se l’arrivo di Gazidis non dovesse concretizzarsi, quasi certamente il Milan virerebbe su Umberto Gandini. L’attuale dirigente della Roma ha avuto un passato di 23 anni nella dirigenza rossonera e può pertanto vantare di conoscere alla perfezione l’ambiente.

Il suo nome sarebbe gradito alla famiglia Singer, titolare del fondo Elliott, che vedrebbe in Gandini il migliore ‘piano B’ se non arrivasse il manager di origini sudafricane.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂