Galliani: “Il mio Milan a rischio retrocessione col fair play finanziario”

Adriano Galliani, ex amministratore delegato del Milan

L’ex amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, è tornato a parlare ai microfoni di Sky Sport a margine dell’evento Uefa Europa League Trophy Tour. Mai banale, l’attuale dirigente del Monza calcio ha parlato degli anni d’oro dei rossoneri e dell’attuale proprietà. Di seguito le sue parole.

“Quando vedo una coppa europea mi vengono in mente i tanti bellissimi anni, le cinque vittorie, le otto finali. Le musichette delle coppe europee erano le musiche del Milan. Erano bei ricordi. Se mi manca? Assolutamente sì”. 

Fair Play Finanziario? Così com’è fatto non va bene, va assolutamente modificato. Se ci fosse stato nel 1986 i tifosi del Milan non avrebbero potuto avere le gioie che hanno avuto, non avremmo vinto cinque Champions League, ma avremmo lottato per la salvezza. Gli imprenditori del calcio allora investivano di tasca loro. Così com’è fatto spendi quanto fatturi e, infatti, sono sempre le stesse che vincono”.

“Non si capisce perché una nuova proprietà che voglia investire – ha proseguito Galliani – non possa farlo per questi paletti. Il Milan ha una proprietà molto forte, con un eccellente presidente e un eccellente amministratore delegato. Cosa vorrò vedere quando andrà a ‘San Siro‘? Il Milan che andrà in finale. Gennaro Gattuso quanto mi piace? Faccio solo il tifoso. Ho giurato che non parlerò più di Milan a partire dalla mia uscita dal club rossonero. Ci vuole il buon gusto di non commentare vicende altrui e lascio agli altri i commenti”.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂