Cutrone, il procuratore parla del suo futuro in radio

Cutrone

Si accendono i fari sul futuro in rossonero per Patrick Cutrone. Il 21enne gioellino del Milan, re dell’overtime, sta vivendo un periodo non facile e insieme al suo agente Donato Orgnoni probabilmente si trova in una situazione di stallo circa il suo destino a Milano.

L’impressionante media realizzativa di Piatek, con 7 reti segnate in 6 partite, ne ha fatto da subito una colonna portante dell’attacco rossonero, ciò ha portato un’inevitabile mancanza di possibilità per il giovane attaccante comasco.

336x280

La presenza del pistolero unita al modulo di gioco del 4-3-3 certamente non facilita Patrick Cutrone, ne deriva la possibile ma inevitabile discussione sul futuro da giocatore del Milan. Il contratto con il Diavolo scadrà nel 2023 ma la voglia di giocare del ragazzo è tanta, come sappiamo, e non ci sono molte prospettive di opportunità in squadra, se non scampoli di partita.

Anche nella partita di questa sera in Coppa Italia contro la Lazio non è certa la presenza del ragazzo in campo.

Intervenuto a Radio Marte il procuratore ha ammesso con sincerità : “Se Cutrone resta a Milano? Vedremo…”. Non è una presa di posizione ma lascia nei tifosi dubbi sulla possibile permanenza. Incalzato anche da Milan News sulla questione lo stesso Orgnoni ha voluto precisare: “La chiave interpretativa di questa affermazione è da leggersi così – ha poi aggiunto lo stesso Orgnoni a Milan News -. Cutrone è un giocatore che vuole giocare e ha sempre accettato le scelte dell’allenatore. È normale che, se gli spazi dovessero essere estremamente ridotti da qui a fine stagione, in estate si valuterà con la società quella che potrà essere la soluzione migliore per il ragazzo e per il Milan”.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂