Boban-Milan, c’è aria di divorzio: senza rassicurazioni il croato andrà via

Zvone Boban e Ivan Gazidis osservano l'allenamento del Milan

Non sembrano esserci grossi margini per ricucire il rapporto tra Zvone Boban e Gazidis, volto forte del Milan di Elliott. Dopo lo strappo di ieri da parte del croato, che in una intervista alla Gazzetta dello Sport ha ammesso che all’interno della società esistono due anime che marciano in senso opposto (leggi qui l’intervista completa), quest’oggi è lo stesso quotidiano rosa a tracciare la linea sul possibile futuro dell’attuale CFO rossonero.

Boban al Milan, una storia ai titoli di coda

Come riporta la Rosea, il divorzio tra Boban e il Milan è la soluzione più probabile. Il croato, che era stato chiamato in società da Maldini per “rinforzare” lo spirito milanista dopo l’addio di Leonardo, sarebbe pronto a lasciare dopo una sola stagione partita nel peggiore dei modi con Giampaolo e in parte raddrizzata con l’avvento di Pioli prima e di Ibra poi.

Meno probabile è invece un ricongiungimento tra Boban e Gazidis, a meno che quest’ultimo non lo rassicuri (parlando a nome e per conto della proprietà) di poter svolgere il proprio lavoro senza ingerenze. Inoltre, affinché possa ricucirsi lo strappo tra le parti, sarebbe necessario che il fondo Elliott stabilisca chiaramente compiti e budget. Un’ipotesi, questa, che difficilmente si concretizzerà.

Milan, Maldini pronto a lasciare in caso di addio di Boban?

In caso di addio di Boban, è probabile che anche Paolo Maldini lasci il proprio incarico di direttore tecnico. È difficile immaginare che l’ex bandiera rossonera possa restare dopo aver vissuto – nel giro di appena un anno – l’addio di Leonardo e Boban, due suoi grandi amici oltreché due volti che incarnano il dna rossonero.

Insomma, l’estate del Milan si preannuncia travagliata. Sulla base di queste premesse, è ragionevole pensare che il club rossonero si trovi a dover affrontare l’ennesima rivoluzione societaria. Questa volta con qualche bandiera in meno…

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂