Boban licenziato “per giusta causa”: oggi il comunicato del Milan

Ivan Gazidis ha fatto recapitare a Boban la lettera di licenziamento "per giusta causa": la decisione potrebbe portare anche all'addio di Maldini

Zvone Boban e Ivan Gazidis osservano l'allenamento del Milan

Manca ormai pochissimo all’ufficialità del divorzio tra Zvone Boban e il Milan. Dopo meno di un anno dal suo ritorno in rossonero in veste di dirigente, il croato ha ricevuto – nella giornata di ieri – la lettera di licenziamento “per giusta causa” da parte della società. La decisione era già stata presa da Ivan Gazidis all’indomani di Boban alla Gazzetta dello Sport, ma sono serviti sei giorni per formalizzarla.

Gazidis licenzia Boban, spinto dal fondo Elliott

In questo arco temporale, gli avvocati delle due parti si sono sedute al tavolo per negoziare l’uscita dello Chief Football Officer dal club di via Aldo Rossi. Un’uscita di scena dolorosa, ancor più considerando che Boban e il Milan non si sono separati consensualmente.

Ad ogni modo, dopo aver fatto recapitare al dirigente croato la lettera che – di fatto – sancisce il suo licenziamento, è atteso per oggi il comunicato ufficiale del Milan, che formalizzerà l’addio con una delle bandiere più amate degli ultimi 30 anni, assoluto protagonista della vittoria dello scudetto nella stagione 1998-1999.

Secondo La Gazzetta dello Sport, Gazidis ha ritenuto troppo destabilizzante l’intervista rilasciata da Boban settimana scorsa e – spinto dalla proprietà – non ha potuto fare finta di nulla. L’addio di Boban potrebbe portare anche a quello di Maldini, oltreché a quello del ds Massara. Il Milan si prepara, dunque, sembra intenzionato a voler ammainare le sue bandiere e a rivoluzionare, per l’ennesima volta, l’assetto societario.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂