Milan, la forza dell’autorità nel valore della squadra

Il Milan, d’autorità. Contro il Crotone c’era il rischio d’un allentamento della tensione agonistica, ma la capolista non è caduta nell’insidia della sottovalutazione. I rossoneri hanno affrontato l’impegno con il piglio giusto, tanto da uscirne con un 4 a 0, del tutto incoraggiante in vista della fitta e cruciale sequenza che li vedrà opposti allo Spezia, all’Inter e alla Roma, in campionato, e alla Stella Rossa, in Europa League.

La doppietta di Ibra è un ottimo tonico per l’attaccante e per tutto il gruppo, che risponde con la doppietta di Rebic e con gli assist di Leao, Hernandez, Calhanoglu (uno su calcio d’angolo) e che si sente lanciato a guadagnare la forma migliore per le sfide che lo attendono. Saranno state queste, verosimilmente, ad ispirare i cambi che Pioli – in qualche caso (Leao) coraggiosamente – ha disposto nel secondo tempo e che, per i rendimenti che ne sono scaturiti, offrono – fatti i debiti scongiuri – motivi di tranquillità soprattutto per gli avvicendamenti prevedibili in quella fase infuocata che verrà, allorquando il Milan sarà chiamato a disputare una partita ogni tre giorni contro antagonisti diretti che mostrano d’essere in rilancio.

Questa fase è preceduta dalla trasferta in terra ligure contro lo Spezia, reduce dallo spronante successo esterno ottenuto contro una squadra come il Sassuolo, che, nel girone di andata, è stata accreditata tra le compagini degne di battersi per un posto in Europa League (obiettivo che, comunque, resta alla sua portata).

Se contro il Crotone, la capolista ha posto in mostra la forza della sua autorità, a maggior ragione dovrà risfoderarla contro la squadra di mister Italiano, che presenta ancora più rischi di quelli insiti nel match contro i pitagorici. Se questo riuscirà a fare, in forza di un organico che appare quasi del tutto recuperato dopo infortuni, squalifiche e Covid, avrà posto le premesse migliori per affrontare le successive sfide, funzionali alla sospirata avanzata europea e all’obiettivo del mantenimento del primo posto in campionato.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂