Milan: eliminazione che pesa ma non è tutto da buttare

L'eliminazione dalla Coppa Italia pesa al Milan, che comunque potrebbe uscirne rafforzato

Con l’eliminazione dalla Coppa Italia, sfuma il principale obiettivo stagionale del Milan. Ma non è tutto da buttare. Anzi. La squadra di Pioli ha saputo tenere testa alla Juventus, nonostante l’inferiorità numerica – causata dall’espulsione diretta di Rebic – per oltre tre quarti di gara.

Dopo un avvio di partita timoroso, dovuto al fatto che non si giocava da oltre tre mesi, Romagnoli e compagni sono riusciti a mettere in difficoltà la compagine di Sarri e hanno sfiorato una insperata quanto miracolosa qualificazione. Oltre all’espulsione di Rebic, infatti, hanno pesato le assenze, con Pioli che ha dovuto rinunciare – causa squalifica – a tre titolari del calibro di Ibrahimovic (che, comunque, sarebbe stato infortunato), Theo Hernandez e Castillejo.

Sfumata, dunque, la possibilità di centrare l’Europa attraverso la Coppa Italia, i rossoneri dovranno buttarsi a capofitto sul campionato. E, paradossalmente, l’eliminazione di ieri potrebbe tornare utile a Donnarumma e soci, che escono rafforzati sul piano della fiducia (aver tenuto testa alla Juventus in inferiorità numerica per 72′ non è da tutti).

Nelle dodici partite restanti, il Milan dovrà racimolare quanti più punti possibili per arrivare a quel sesto posto che garantirebbe l’accesso all’Europa League, obiettivo minimo per allontanare lo spettro dell’ennesima stagione fallimentare. Il prossimo impegno sarà quello con il Lecce. Un match che, almeno sulla carta, si preannuncia non troppo ostico e dal quale, pertanto, i rossoneri dovranno ricavarne tre punti. Sarà fondamentale ripartire da lì.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂