Il Milan scaccia le streghe nella notte di Halloween

Nella notte di Halloween, il dolcetto del gol risolutivo ha compensato lo scherzetto dell’autorete. A raddrizzare le sorti del Milan, che sembravano stregate, è stato capitan Romagnoli, che, negli ultimi scampoli del match contro il Genoa, ha azzeccato la girata giusta per scacciare i fantasmi dalle prospettive della sua squadra. E così è stata centrata quella tanto sospirata e sofferta vittoria rossonera, che finalmente riporta la squadra nelle posizioni europee che le sono più consone e che dovrebbe allontanare, una volta per tutte – secondo gli auspici della tifoseria – le streghe della malasorte dalle speranze milaniste.

È vero che la squadra, per sue responsabilità, ha avuto qualche battuta d’arresto, come nei casi di Inter e Betis, ma è altrettanto vero che, ultimamente, la iella ci ha messo un po’ del suo con infortuni a ripetizione e qualche avversa fatalità che, nelle ultime settimane, ne hanno accompagnato il cammino.

Contro il Genoa mister Gattuso è stato costretto a schierare una formazione inedita, per le assenze di uomini chiave come Biglia, Bonaventura e Calabria, tutti in infermeria a fare fila con Caldara ed altri, e ad approntare un modulo di gioco inconsueto, se non proprio improvvisato, come tale è apparso nel primo tempo, dopo il gol iniziale di Suso.

L’assestamento della squadra nel secondo tempo ha spianato la strada al successo pieno, obiettivo che sembrava oramai fuori portata dopo il rocambolesco pareggio genoano, esito di disattenzione difensiva, ma anche di un po’ di scalogna, e dopo le strepitose opposizioni dell’estremo difensore genoano. Il colpo di magia del capitano, alla fine, ha rimesso le cose a posto.

Prima della Juve, tra due turni di campionato, il Milan dovrà affrontare l’Udinese e – per l’Europa League – il Betis, due trasferte che non danno alternative al successo pieno. Nel frattempo, è auspicabile possa profilarsi il recupero di qualche infortunato, che appare sempre più necessario per rimettere in sesto difesa e centrocampo. Aver scacciato le streghe nella notte della loro festa dovrà pur assumere un senso di svolta. O no?

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂