Higuain, la forza motrice del nuovo-vecchio Milan

Gonzalo Higuain, nuovo giocatore del Milan

Non si sente una stella, ma lo sarà. Gonzalo Higuain approda al Milan, avvertendo, come ha sinceramente dichiarato in più interviste, la “pelle d’oca”, emozioni che, forse, non avvertiva più negli ultimi tempi. Merito del ritrovato popolo rossonero, protagonista del visibilio di un’accoglienza a lui riservata, motivata dalla storia e dallo score di uno dei migliori attaccanti al mondo.

Con Higuain è un Milan rigenerato

Se alla Juventus di Allegri era lui a dover giocare per la squadra, nel Milan di Gattuso sarà la squadra che dovrà giocare per lui. Higuain è destinato ad essere la forza motrice di un Milan rigenerato, che appare ben determinato a riprendere la scia delle glorie passate. Ecco perché, sulla scorta delle sue cifre che scandiscono una carriera invidiabile avviata al culmine della maturità, Higuain sarà la stella dei rossoneri edizione 2018-2019.

Vien di fatto prevederne la brillantezza. Nella scorsa stagione, il Milan ha dimostrato di saper costruire molto, ma di finalizzare ben poco. Da qui il fondato ottimismo di Gattuso e di tutto l’ambiente, consapevoli di aver trovato il condottiero giusto per le fortune della squadra. Higuain è il calciatore che è sempre stato chiamato a stagioni di riscatto, dettate dai suoi trasferimenti tra diversi modelli di gioco: dal Real Madrid al Napoli, passando per la Juve. Ha sempre dimostrato di sapersi adattare, con proficua applicazione, ai moduli più dissimili: basti pensare a quelli di Sarri e di Allegri.

Nella Juve il potenziale del Pipita è stato esposto al sacrificio dei ripiegamenti, in un condominio non sempre congeniale alla valorizzazione mirata delle sue qualità, proprie d’una punta di diamante. Non sarà così nel Milan di Gattuso, che lo vuole in prima linea, pronto a mettere a frutto l’auspicata intensità della manovra.

Leonardo, vecchia volpe del calcio, in piena sintonia con Ringhio, ha capito di dover per questo migliorare il centrocampo con l’acquisizione di rinforzi di comprovata affidabilità e di adeguata esperienza. Se queste sono le premesse, con un Gattuso che finalmente ha l’occasione per esporre il suo valore di allenatore, il Milan saprà centrare gli obiettivi che si è dato per ridiventare grande. La fiducia, quando è ben riposta, è di per sé un energetico di sicuro impulso.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂