Febbraio infuocato per il Diavolo

Logo Milan su sfondo rosso

I rossoneri passano a Bologna, ma quanta sofferenza, ragazzi! La vittoria ha aperto, finalmente, un varco tra le avversità di gennaio, segnate da tre amare sconfitte (Juventus e Atalanta in campionato, Inter in Coppa Italia). Serenità riacquisita, in vista degli impegni di un febbraio, che si preannuncia cruciale per le sorti della squadra in campionato e in Europa League.

Aver superato lo scoglio di Bologna non significa aver ritrovato il migliore standard piolino dell’anno 2020, ma sicuramente offre il destro giusto per darsi motivi di riscossa, che potrebbero essere favoriti dalle prossime sfide contro il Crotone (/ febbraio, ore 15) e contro lo Spezia (6 giorni dopo, ore 20.45), sulla carta abbordabili, tanto da esporre rischi di sottovalutazione. L’insidia va scongiurata con la giusta applicazione e considerata come opportunamente funzionale al pieno recupero di quei livelli di rendimento che hanno consentito al Milan di capeggiare la serie A, dopo un decennio di patimenti.

Si tratta di due impegni che possono pianare la strada verso la seconda metà del mese di febbraio, quando la squadra sarà chiamata ad affrontare nel giro di appena dieci giorni quattro appuntamenti di fondamentale importanza per le sue prospettive stagionali. La aspettano: la partita di andata dei sedicesimi di Europa League, in trasferta contro la Stella Rossa (18 febbraio, ore 18.55); il derby di campionato contro l’Inter (21 febbraio, ore 15), è d’obbligo il riscatto rispetto al match di Coppa Italia; il ritorno contro la Stella Rossa (25 febbraio, ore 21); la trasferta di campionato contro la Roma (28 febbraio, ore 20.45).

Dieci giorni di fuoco, che descrivono, di per sé, il clima più favorevole per il Diavolo. I tifosi lo alimenteranno con il vento della loro passione. E che gli avversari – iella compresa – vadano in cenere.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂