Calciomercato, altro che Correa: al Milan serve Mauro Icardi!

La partita contro l’Udinese ha mostrato tutte le lacune e i limiti del primo Milan di Giampaolo. La sconfitta contro la squadra friulana ha lasciato non pochi strascichi nella dirigenza rossonera, che starebbe pensando a come sistemare le cose in questa ultima settimana di calciomercato.

L’esigenza è quella di intervenire nel reparto offensivo. L’idea numero uno è Correa, ma la prestazione inconcludente di Piatek contro l’Udinese potrebbe indurre Maldini, Boban e Massara a trovare una prima punta che possa garantire almeno 20 gol stagionali.

A tal riguardo, il nome che balza subito davanti agli occhi dei tifosi è quello di Mauro Icardi. Com’è ormai noto da tempo, l’attaccante argentino e l’Inter sono separati in casa. La dirigenza nerazzurra, da diversi mesi, sta cercando una nuova sistemazione per il suo ex capitano, visto quasi come una “minaccia per il gruppo” all’interno della rosa allenata da Antonio Conte.

Loading...

Ciononostante, Icardi ha rifiutato tutte le offerte che gli sono state fatte, affermando di voler restare in Italia e, ancora meglio, a Milano. Ciò consente di restringere il campo a due, massimo tre squadre, ovvero Juventus, Napoli e Milan. I partenopei, però, difficilmente arriveranno a spendere cifre importanti per Icardi, dopo avere già versato nelle casse del Psv 42 milioni di euro per Hirving Lozano.

Per quanto concerne la Juve, invece, i bianconeri hanno già in rosa Higuain, Dybala e Mandzukic e naturalmente Ronaldo, e difficilmente potranno fiondarsi su Icardi (se non scambiandolo con Dybala, ipotesi questa che non stuzzica particolarmente la dirigenza del club torinese).

Mauro Icardi

Se, dunque, la cessione di Icardi a Juve o Napoli non dovesse prendere forma nei prossimi giorni, potrebbe inserirsi il Milan. Come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi, Icardi è più di un’idea per Maldini e Boban, i quali ritengono che l’attaccante argentino sarebbe il giocatore perfetto da inserire nella rosa di Giampaolo.

Resta da convincere l’Inter, che non vuole cedere Icardi per meno di 60-65 milioni di euro. Una cifra irraggiungibile per i rossoneri, alle prese con i vincoli del financial fair play. Il Milan potrebbe arrivare ad offrire, al massimo, 40-42 milioni di euro più bonus.

In un simil scenario, l’unica chance di colmare il gap tra domanda e offerta è rappresentata dalle cessioni: André Silva, Castillejo e Suso, a tal riguardo, sono i principali indiziati a lasciare Milanello. Con la cessione di due di questi tre giocatori, il club di via Aldo Rossi potrebbe ricavare almeno 35-40 milioni di euro. Una cifra ben più che sufficiente per alzare l’offerta per Maurito.

Un’operazione, quella di Icardi al Milan, che accontenterebbe davvero tutti: l’Inter, che si libererebbe di un peso e farebbe cassa dopo l’esborso per Lukaku; il giocatore, che potrebbe così restare a Milano; il Milan, che avrebbe un attaccante di spessore internazionale da almeno 20-25 gol stagionali.

Facci sapere cosa ne pensi. Lascia un commento 🙂