HomeBiografieNelson Dida, la biografia

Nelson Dida, la biografia

Nelson Dida, nato il 7 ottobre 1973, è un ex calciatore brasiliano che ha giocato come portiere. Ha iniziato la sua carriera professionistica in Brasile nei primi anni ’90 con il Vitória, ma è diventato famoso per la sua abilità nel parare i rigori durante il suo periodo con Cruzeiro e Corinthians. Tuttavia, il suo decennale periodo con l’AC Milan dal 2000 al 2010 è stato il momento culminante della sua carriera, dove ha dimostrato di essere uno dei migliori portieri del mondo. Con il club milanese, Nelson Dida ha vinto numerosi trofei e premi individuali.

Inizio della carriera

Nel 1990, a soli 17 anni, Dida ha esordito nel calcio professionistico con il Cruzeiro de Arapiraca, una squadra ormai defunta della regione di Alagoas. Due anni dopo, è entrato a far parte dell’Accademia Giovanile del Vitória, la squadra di casa che aveva appena vinto il Campionato Baiano del 1992. Nel 1993, dopo aver partecipato al Campionato del Mondo FIFA Under-20 del Brasile, Dida divenne portiere della prima squadra del Vitória.

La squadra si è classificata al secondo posto nel Campeonato Brasileiro Série A, dietro il Palmeiras, e Dida, a soli 20 anni, è diventato il più giovane portiere ad essere premiato come Miglior Portiere della Série A dalla rivista di calcio brasiliana Placar.

Cruzeiro

Nel 1994, Dida è stato acquistato dal club di Minas Gerais, il Cruzeiro, e ha trascorso cinque stagioni vincenti, aggiudicandosi quattro titoli statali, la Coppa del Brasile del 1996 e la Coppa Libertadores del 1997. Inoltre, ricevette per due volte il premio di Miglior Portiere di Bola de Prata. Nel 1999, Nelson Dida ha espresso pubblicamente il suo desiderio di testare le sue abilità in Europa.

A seguito di ciò portò il club in tribunale per annullare il resto del suo contratto e poter firmare con l’AC Milan, l’unica squadra europea che gli aveva fatto un’offerta. Dopo una lunga battaglia legale durata cinque mesi, Dida è stato prestato al club svizzero FC Lugano per mantenere la forma fisica, anche se non ha mai giocato. Il suo trasferimento al Milan è stato finalizzato nel maggio 1999 per una somma di 2,7 miliardi di lire italiane (R $ 5,2 milioni), che ha posto fine alla controversia.

Ac Milan

Nella stagione del Campionato di Serie A 1999-2000, Dida è stato il terzo portiere nella gerarchia dell’allenatore del Milan, Alberto Zaccheroni, dietro Christian Abbiati e il veterano invecchiato Sebastiano Rossi. Tuttavia, andò al Corinthians di San Paolo per avere una maggiore presenza in campo.

Milan richiama Dida come portiere titolare per la Champions League del 2000-2001, in sostituzione di Christian Abbiati, che era impegnato con l’Italia alle Olimpiadi estive del 2000. Dida debutta con i Rossoneri il 13 settembre 2000, vincendo 4-1 contro il Beşiktaş, ma fa un’autorete contro il Leeds United sei giorni dopo, durante una partita giocata sotto la pioggia, causando la sconfitta della sua squadra per 1-0. Successivamente, Dida gioca solo nelle partite della fase a gironi, mantenendo la porta inviolata per la prima volta nella vittoria per 2-0 contro il Barcellona del 26 settembre.

Tuttavia, Abbiati lo sostituisce nella fase a eliminazione diretta e poi da Rossi in Serie A, quando Abbiati si infortuna.

Nelson Dida

Ritorno al Milan

Dida torna al Milan per la stagione 2001-02, ma viene sospeso dalla FIGC per il suo coinvolgimento in uno scandalo di passaporti falsi e quindi prestato al Corinthians. In Brasile, gioca solo otto partite come riserva di Doni, ma vince il Torneio Rio-São Paulo e la Coppa del Brasile 2002 con il Timão.

Nel 2002-03, Dida ritorna al Milan come riserva, ma diventa il portiere titolare dopo il suo debutto stagionale contro lo Slovan Liberec in Champions League. In questa stagione, vince la sua unica Coppa Italia con i Rossoneri e raggiunge la finale di Champions League, in cui il Milan batte Juventus ai rigori. Alla fine dell’anno, diventa il primo portiere brasiliano a essere nominato per il Pallone d’Oro, classificandosi al 13º posto.

Apice della carriera

Nel 2003-04, nonostante la sconfitta del Milan contro il Deportivo de La Coruña ai quarti di finale della Champions League, Dida vince lo Scudetto con il Milan, subendo solo 20 gol in 32 partite. Venne nominato Portiere dell’Anno in Serie A per la prima volta nel 2004, e perde il premio contro il leggendario Gianluigi Buffon. In questa stagione, durante una partita della fase a gironi contro l’Ajax, Dida salva il Milan dalla sconfitta bloccando un tiro a bruciapelo di Rafael van der Vaart.

Nel 2004-2005, Dida inizia la stagione vincendo la Supercoppa Italiana, ma diventa famoso per la sua reazione a un tifoso dell’Inter durante il derby di Milano. Nonostante l’incidente, Dida continua a essere il portiere titolare del Milan e gioca un ruolo importante nella loro corsa alla finale della Champions League.

A seguito delle loro azioni nello scandalo Calciopoli, il Milan ha subito una punizione iniziando la stagione 2006-07 della Serie A con un deficit di otto punti in classifica, che li ha posizionati al quarto posto dietro l’Inter, la Roma e la Lazio. Dopo aver perso la partita di apertura della stagione del Milan contro la Lazio, Dida ha mantenuto la porta inviolata per i successivi 446 minuti di gioco in campionato. Ha anche giocato la sua duecentesima partita con il Milan nella vittoria 1-0 contro l’Ascoli il 20 settembre.

Gli infortuni

Tuttavia, la stagione 2006-07 ha rappresentato un’esperienza nuova per Dida, poiché ha dovuto affrontare diversi infortuni, inclusi danni ai legamenti del ginocchio subiti nella sconfitta del Milan per 1-0 contro l’AEK Atene il 21 novembre 2006, che lo ha costretto ad uscire dal campo per il resto dell’anno. Nel suo posto è subentrato il portiere di riserva Zeljko Kalac fino al ritorno di Dida il 21 gennaio 2007, in occasione di un pareggio senza gol contro la Lazio. Dida ha saltato in totale 13 partite della Serie A, a causa di problemi recidivanti al ginocchio e alla spalla, dopo averne saltate 10 nelle ultime tre stagioni combinate.

Inoltre, il Milan ha dovuto qualificarsi per la Champions League 2006-07, raggiungendo l’obiettivo dopo aver sconfitto il Red Star Belgrado con un risultato aggregato. Successivamente, il Milan ha vinto il proprio girone grazie alla prestazione di Dida. Il portiere brasiliano ha mantenuto la porta inviolata per quattro volte e subito solo due gol in sei partite.

Le ultime stagioni al Milan

All’inizio della stagione 2008-09, Nelson Dida faceva parte della squadra di portieri del Milan insieme a Kalac, Abbiati e Storari. Dida divenne il secondo portiere dietro ad Abbiati e prese parte alla campagna di UEFA Cup del Milan, dove ottenne un solo clean sheet in sei partite.

Durante la stagione, Abbiati si infortunò al ginocchio e Dida andò a sostituirlo, mantenendo sei clean sheet in sole dieci partite di campionato. Il Milan arrivò terzo in Serie A, dietro a Inter e Juventus, e tornò in Champions League.

Nella stagione successiva (2009-10), con l’arrivo di un nuovo allenatore, Leonardo, il Milan arrivò terzo in Serie A per il secondo anno consecutivo. Nelson Dida non poté competere per il posto da titolare a causa di un infortunio e servì come riserva di Storari.

In una partita di Champions League contro il Real Madrid, Dida commise un errore che portò al gol del vantaggio del Real Madrid. Tuttavia, il Milan riuscì comunque a vincere la partita grazie a due errori del portiere del Real Madrid, Casillas.

Ritorno in Brasile

Nel 2012, Dida è tornato in Brasile dopo due anni senza riuscire a trovare un contratto in Europa. La Portuguesa lo ha ingaggiato come sostituto del portiere in partenza Weverton per il resto della stagione del Brasileirão. Dida ha debuttato con la squadra il 26 giugno e ha contribuito a tenere il Santos sullo 0-0 nella partita contro Neymar. Ha giocato 32 partite e subito 31 gol, aiutando la Portuguesa a evitare la retrocessione dalla massima serie del Campeonato Brasileiro.

Nel 2013, Dida andò al Grêmio di Porto Alegre come riserva esperta per il titolare Marcelo Grohe. Dopo aver superato Grohe come prima scelta, Dida ha concesso 34 gol in 37 partite di campionato, aiutando il Grêmio a classificarsi al secondo posto. Inoltre, ha fermato tre tiri dal dischetto nella semifinale della Copa do Brasil, eliminando il Corinthians.

Dopo che il Grêmio ha rifiutato la sua richiesta di estensione del contratto, Dida ha firmato con l’arcirivale Internacional nel dicembre 2013. A causa di un infortunio, ha fatto il suo debutto solo nel febbraio 2014 e ha disputato 27 partite con la squadra, che ha terminato al terzo posto in Série A e ha vinto il Campeonato Gaúcho 2014. Dida ha minimizzato la rivalità tra i club e ha citato motivi familiari come ragione per rimanere a Porto Alegre.

ARTICOLI CORRELATI
Exit mobile version