HomeBiografieMassimo Ambrosini, la biografia

Massimo Ambrosini, la biografia

Massimo Ambrosini è nato il 29 maggio 1977 ed è un ex calciatore professionista italiano che ha principalmente giocato come centrocampista difensivo. A livello di club, è principalmente conosciuto per il suo periodo di successo nella squadra italiana AC Milan, dove ha trascorso diciotto anni della sua carriera, vincendo diversi titoli.  Ambrosini si è ritirato dal calcio professionistico nel 2014, dopo una stagione con la Fiorentina. A livello internazionale, ha rappresentato l’Italia alle Olimpiadi estive del 2000 e in due campionati europei UEFA, vincendo una medaglia d’argento all’UEFA Euro 2000. Attualmente lavora come opinionista e commentatore di calcio per Sky Sport Italia.

Carriera

Ambrosini ha iniziato la sua carriera con il Cesena e si è laureato nella loro prima squadra all’età di 17 anni durante la stagione 1994-95. L’allenatore del Milan, Fabio Capello, ha poi vinto la gara per ingaggiarlo l’anno successivo e, nonostante la dura concorrenza per entrare nella squadra all-star del Milan, Ambrosini ha disputato alcune partite mentre la squadra ha vinto il campionato di Serie A. Utilizzato solo in modo sporadico nella stagione 1996-97, Ambrosini è stato mandato in prestito al Vicenza, dove gli è stato dato un posto nella formazione titolare quasi immediatamente e ha aiutato la sua squadra a evitare la retrocessione alla fine della stagione. Ha anche raggiunto le semifinali della Coppa delle Coppe UEFA con il Vicenza.

Massimo Ambrosini
Massimo Ambrosini

L’affermazione al Milan

Richiamato al San Siro, Ambrosini ha finalmente fatto del suo posto nella prima squadra una sua proprietà mentre il Milan ha vinto nuovamente il campionato di Serie A nel 1999. Nella stagione successiva tornò in piena forma per aiutare il Milan a vincere la Coppa Italia e la UEFA Champions League durante la stagione 2002-03, tenutasi a Old Trafford.

Nel 2003-04, nonostante non fosse in grado di imporsi come titolare a causa di una serie di fastidiosi infortuni e di una perdita di forma, Ambrosini ha fatto 20 apparizioni in Serie A. Grazie alle sue prestazioni, i rossoneri hanno conquistato il loro 17 ° campionato di Serie A. Nel marzo 2005, ha rinnovato il suo contratto fino a giugno 2008.

Nel 2004-05, ha faticato a entrare nella prima squadra del Milan, facendo solo 22 apparizioni in Serie A e segnando un gol. Tuttavia, è stato il suo gol tardivo a portare il Milan in finale di UEFA Champions League. Con il Milan in svantaggio per 2-0, un punteggio che avrebbe mandato la partita ai tempi supplementari poiché il Milan aveva sconfitto il PSV con lo stesso punteggio al San Siro, Ambrosini ha segnato un gol di testa nei tempi supplementari.

Capitano del Milan

Ambrosini si affermò come uno dei giocatori più apprezzati dei rossoneri e, nella stagione 2009-10, dopo il ritiro di Paolo Maldini, è diventato capitano del Milan. Nel 2011, Massimo Ambrosini ha vinto il suo quarto titolo nazionale con la maglia rossonera, il primo da capitano, e ha rinnovato il contratto con il Milan. Nel 2011 ha anche vinto la Supercoppa Italiana e, nella stagione 2012-13, ha finalmente abbandonato i rossoneri, con Galliani che decise di non rinnovargli il contratto dopo 17 stagioni in rossonero, 289 presenze e 36 reti.

Palmares

Campionato italiano: Milan: 1995-1996, 1998-1999, 2003-2004, 2010-2011
Coppa Italia: Milan: 2002-2003
Supercoppa italiana: Milan: 2004, 2011
UEFA Champions League: Milan: 2002-2003, 2006-2007
Supercoppa UEFA: Milan: 2003, 2007
Coppa del mondo per club: Milan: 2007

ARTICOLI CORRELATI
Exit mobile version